Frodi alimentari

sabato
18 novembre 2017
  
Iscriviti alla newsletter per ricevere le notizie e gli aggiornamenti di frodialimentari direttamente nella tua casella email

  

Cerca   
Dimensione testo
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Mipaaf: al via i controlli Icqrf per la vendemmia 2015 PDF Stampa E-mail
Lunedì 10 Agosto 2015 20:12  |   Scritto da Redazione
Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che circa 400 ispettori dell'Icqrf sono da oggi impegnati sul territorio nazionale nel garantire la regolarità della vendemmia 2015 e tutelare l'eccellenza della produzione vitivinicola italiana. 
Sono state diramate linee guida agli ispettori ed ai laboratori dell'Ispettorato repressione frodi del Ministero per i controlli da effettuare nel periodo di campagna vendemmiale riguardo la raccolta e la movimentazione delle uve, le operazioni di trasformazione delle stesse e la circolazione dei prodotti e dei sottoprodotti vitivinicoli  ottenuti. Verranno intensificati i controlli relativamente ai prodotti in ingresso ai porti e la produzione dei mosti concentrati (MC) e dei mosti concentrati rettificati (MCR).
"Tuteliamo un settore - ha commentato il Ministro Martina - che, con  5 miliardi di euro del valore dell'export, è uno dei migliori ambasciatori del Made in Italy all'estero. Il lavoro dei nostri organismi di controllo è essenziale per fornire garanzie sia ai produttori onesti che ai consumatori. Le procedure di controllo saranno più snelle anche grazie all'introduzione del Registro unico dei controlli ispettivi a carico delle aziende agricole (RUCI). Vogliamo semplificare, per consentire al settore agricolo di essere più competitivo, ma senza abbassare la guardia sulla necessità di tutela".
Saranno operate verifiche di giacenza nelle cantine, insieme agli accertamenti sulle pratiche enologiche svolte in cantina.  Anche nel corso della prossima campagna vendemmiale l'ICQRF applicherà in tutti i casi previsti lo strumento della diffida, introdotto con la legge Campolibero dello scorso anno e che ha già dato ottimi risultati in favore degli operatori e dei consumatori.
 

Commenti 

 
#1 MARCO DI CEGLIE 2015-08-21 08:31
IL CONTROLLO DEVE ESSERE FATTO SOPRATTUTTO
SULLE UVE DA TAVOLA CHE VENGONO PORTATE IN CANTINA E' POI SULLE BOLLE SCRIVONO QUALITA' DI UVA DA VINO COSI PENALIZZIAMO IL SETTORE DELLA VENDEMMIA.DENUNCIAMO I FURBI.
Citazione
 

Aggiungi commento

Nello scrivere il tuo commento, ti preghiamo di mantenere un atteggiamento civile ed educato e di rispettare le regole delle netiquette, evitando commenti provocatori, insulti, volgarità e spam.
Tutti i commenti che contravengono a queste regole verranno immediatamente rimossi.

Banner

Pubblicità

Pubblicità

Banner