Frodi alimentari

sabato
18 novembre 2017
  
Iscriviti alla newsletter per ricevere le notizie e gli aggiornamenti di frodialimentari direttamente nella tua casella email

  

Cerca   
Dimensione testo
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Educazione alimentare
Protocollo d'intesa su alimentazione sana e sicura PDF Stampa E-mail
Giovedì 09 Novembre 2017 19:29  |  Scritto da Redazione
Protocollo d'intesa su alimentazione sana e sicura tra Ministro della salute, Beatrice Lorenzin e la Federazione italiana cuochi
Foto di gruppo con Ministro Lorenzin e Federazione italiana cuochi
Un protocollo d'intesa per la  collaborazione sulle problematiche in tema di alimentazione sana e  sicura. A firmarlo oggi a Roma il ministro della Salute, Beatrice  Lorenzin, e la Federazione italiana cuochi. Obiettivo: fronteggiare i  pericoli derivanti da un'errata alimentazione, incoraggiando stili di  vita e comportamenti salutari grazie alle giuste abitudini alimentari. 
 
"I cuochi e le giovani generazioni di chef soprattutto - ha detto  Lorenzin - hanno la responsabilità di mettere in tavola piatti che  influenzeranno la tendenza culinaria del domani. E avere la  consapevolezza che cibo è benessere, è di grande importanza. In  qualche modo siete un po' medici anche voi - ha evidenziato  rivolgendosi anche alla platea di studenti intervenuti al ministero  per la firma del protocollo - e contribuite a comunicare l'importanza  della buona tavola e della tradizione agroalimentare italiana".
 
Il protocollo intende così promuovere iniziative utili a diffondere il processo di informazione, identificazione e conoscenza di tematiche  relative alla sicurezza alimentare, sia sotto il profilo nutrizionale  che igienico-sanitario, anche attraverso la sensibilizzazione degli  operatori della ristorazione, oltre che dei cittadini.
 
Rocco Pozzulo, presidente della Federazione Italiana Cuochi, ha sottolineato che "il rispetto dei profili nutrizionali nella trasformazione delle ricette, attraverso il lavoro quotidiano dei cuochi, è fondamentale".  
 
Il cuoco e docente Alessandro Circiello ha messo in guardia dai rischi alimentari in cucina: "come evidenzia l’istituto superiore di sanità - ha ricordato - per il rischio anisakis occorre conservare il pesce azzurro per 96 ore a meno 18 gradi e non poche ore in abbattitore prima di servirlo crudo". "Il cuoco - ha aggiunto - deve essere promotore di salute perché la mancanza di cautele ha un impatto sulla spesa sanitaria ".
 
"Noi siamo  'stakeholder' importanti nel settore alimentare - ha concluso Salvatore Bruno, segretario generale della Federazione italiana cuochi - il  rispetto dei profili nutrizionali, delle caratteristiche di sicurezza  alimentare passano attraverso il nostro lavoro. Abbiamo elaborato  norme tecnico-professionali che delineano la figura del cuoco e c'è un tavolo inter-istituzionale in cui si sta riflettendo sulla possibilità di una certificazione in tal senso. Se un cuoco cucina male è certamente il mercato a scegliere, ma gli unici criteri normativi da rispettare oggi sono quelli di cui stiamo parlando”.

 
Richiamo GIUSTO Senza Glutine - crostatine SG CACAO-NOCCIOLA PDF Stampa E-mail
Domenica 04 Giugno 2017 18:13  |  Scritto da Redazione
GIUSTO Senza Glutine - crostatine SG CACAO-NOCCIOLA
Marchio: GIUSTO Senza Glutine
 
Denominazione: crostatine SG CACAO-NOCCIOLA
 
Motivo della segnalazione: Rischio microbiologico
 
Data pubblicazione: 1 giugno 2017

 
A VITIGNOITALIA 2017 LA PRIMA EDIZIONE DEL NAPOLI WINE CHALLENGE PDF Stampa E-mail
Martedì 09 Maggio 2017 18:43  |  Scritto da Redazione
UN CONCORSO ENOLOGICO DIVERSO DAGLI ALTRI
IN UNA TRE GIORNI CHE VEDRÀ INOLTRE LA PARTECIPAZIONE
DI BUYERS INTERNAZIONALI PROVENIENTI DA 17 PAESI
---
Si avvicina la data di inizio della XIII edizione di Vitignoitalia, il Salone dei Vini e dei Territori Vitivinicoli Italiani, in programma a Napoli da domenica 21 a martedì 23 maggio, manifestazione di riferimento nell’ambito degli eventi legati al mondo del vino.
 
Tre giorni, con un fitto programma di incontri, degustazioni, presentazioni e workshop. Oltre 200 le aziende presenti, provenienti dai più interessanti territori vitivinicoli nazionali. Circa 1.000 etichette in assaggio per i visitatori che affolleranno i bellissimi spazi di Castel dell’Ovo, uno dei più importanti monumenti italiani, autentico simbolo della città.
 
Un appuntamento imperdibile per i winelover che quest’anno si arricchisce di un’importante novità, rappresentata dalla prima edizione del “Napoli Wine Challenge”, un concorso enologico che, per le sue caratteristiche, si differenzia da tutti gli altri. Intanto per la composizione della giuria, costituita da critici, buyer e giornalisti, un melting pot in grado di esprimere le diverse sensibilità degustative oggi in campo e quindi in grado di rispecchiare in modo completo i gusti del pubblico dei consumatori. Quindi il fatto che i premi vengono ridotti drasticamente: non la solita pletora di riconoscimenti e attestati ma soltanto 5 premi, uno per ogni categoria in concorso (Rossi, Bianchi, Rosati, Spumanti, Vini Dolci). E infine il fatto che, dopo la prima fase eliminatoria, condotta rigorosamente alla cieca, la finalissima sarà in diretta streaming, in una sorta di glasnost enologica senza precedenti.
 
“L’obiettivo – spiega Luciano Pignataro, responsabile del progetto – aldilà di testare un format assolutamente innovativo sia per le caratteristiche della giuria che per la trasparenza legata alla diretta, è quello di dare valore a un concorso che è sempre passato in secondo piano rispetto all’evento che lo contiene, un po’ come succede anche in altri casi. Con “Napoli Wine Challenge” riteniamo di poter raggiungere l’intento di fare del concorso un elemento determinante della manifestazione stessa”.
 
Anche per questo a presiedere la giuria è stato chiamato Daniele Cernilli, un nome che rappresenta una garanzia assoluta, anche a livello internazionale, per quello che riguarda la critica enologica. Il coordinamento tecnico della giuria è stato affidato ad Adele Elisabetta Granieri.
 
Sponsor del concorso, l’azienda "Barbarulo 1894 Napoli", il cui core business attuale è incentrato sulla produzione di prestigiosi gemelli da polso.
 
Ma ovviamente Vitignoitalia vivrà di moltissimi momenti, non ultimo quello legato all’aspetto business che, soprattutto negli ultimi anni, è diventata una delle carte vincenti della manifestazione partenopea.
 
“Ospiteremo un nutrito gruppo di buyer internazionali – sottolinea Maurizio Teti, Direttore di Vitignoitalia – provenienti da ben 17 Paesi. Questo per offrire alle aziende partecipanti l’opportunità di incontrare rappresentanti di molti mercati, da quelli europei classici come Regno Unito, Irlanda e Austria, a quelli del nord del continente, Danimarca, Svezia, Norvegia e Finlandia. Abbiamo dedicato particolare attenzione a realtà in crescita come Lettonia, Estonia, Repubblica Ceca, Polonia, Ungheria ma anche a quelli più lontani ma che mostrano grande attenzione per il vino italiano, come Israele, Libano, Vietnam e Singapore. Diciamo pure che per tre giorni Napoli accoglierà professionisti che nei loro Paesi determinano il mercato del vino. Un plus per Vitignoitalia, una bella occasione per le nostre aziende”.
 
Vitignoitalia si svolge con il patrocinio del Comune di Napoli e in collaborazione con la Regione Campania e Unioncamere Campania.
 
 
 
VITIGNOITALIA, XIII Salone dei vini e dei territori vitivinicoli italiani
Castel dell’Ovo, via Eldorado 3, Napoli.
Domenica 21, lunedì 22 e martedì 23 maggio 2017
Domenica e lunedì dalle ore 15.00 alle ore 22.00; martedì dalle ore 15.00 alle ore 21.00
Prezzi: domenica € 25, lunedì e martedì € 20
 
È disponibile un servizio aggiuntivo per chi desiderasse una guida all’assaggio riservata: è infatti possibile prenotare il personal wine trainer.
 
www.vitignoitalia.it – Tel 0814104533; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Ufficio Stampa MG Logos – Tel 06/45491984; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Food For All! Dalla Carta di Milano al cibo del futuro, per tutti PDF Stampa E-mail
Mercoledì 03 Maggio 2017 19:23  |  Scritto da Redazione
Domani 4 maggio sarà la giornata dedicata a biodiversità e biotecnologie, tra soluzioni smart, processi di produzione, trasformazione e distribuzione delle risorse alimentari per ridurre sprechi e impatti ambientali. Ad animare la giornata di Food For All! il racconto di studiosi e protagonisti fra cui Stefano Bocchi, professore di agronomia e coltivazioni erbacee presso l’Università degli Studi di Milano e direttore del Geomatic Lab for Agriculture and Environment, Carlo Triarico, Presidente dell'Associazione per l'Agricoltura Biodinamica, Roberto Flore, head chef del "Nordic Food Lab" di Copenhagen, che discuterà del cibo del futuro e del potenziale degli insetti in cucina. In serata il reading di Lella Costa Sotto di noi il diluvio, sul tema dell’acqua come risorsa: musica e poesia, da un testo di Michele Serra, si fondono per raccontare l’epopea delle acque di Milano che, dopo anni di intenso prelievo industriale. 
 

 
Da Coquis si pubblicano solo “Notizie al dente”: al via il primo campionato di cucina tra giornalisti PDF Stampa E-mail
Mercoledì 19 Aprile 2017 19:05  |  Scritto da Redazione
Il torneo è organizzato dall’ Ateneo di cucina guidata dallo chef stellato Angelo Troiani e diventerà un appuntamento fisso tra le iniziative dell’accademia romana
 
 
Prova del cuoco per giornalisti di carta stampata, Tv, online e radiofonici: prende infatti il via “Notizie al dente”, il Primo campionato di cucina tra giornalisti organizzato da Coquis, l’Ateneo italiano della Cucina guidato dallo chef stellato Angelo Troiani (Il Convivio, Acquolina Hostaria).
 
L’iniziativa vuole introdurre i protagonisti dell’informazione nei segreti dell’arte culinaria, arricchendone le conoscenze e l’abilità nell’uso delle materie prime per renderli pienamente partecipi di una tradizione gastronomica che grazie agli insegnamenti di Coquis evolve sempre in una chiave di innovazione e sapore contemporaneo.  Angelo Troiani e lo staff dell’Ateneo hanno scelto dunque una chiave divertente per mettere alla prova i giornalisti di ogni settore e dimostrare la loro  bravura e creatività anche davanti ai fornelli e non solo nel quotidiano lavoro di desk.
 
“Notizie al Dente” sarà aperto a tutti i giornalisti che vorranno accettare la sfida culinaria e diventerà un appuntamento fisso dell’Ateneo della cucina. Alla gara parteciperanno i rappresentanti delle redazioni di diverse testate riuniti in Brigate (il termine del gergo con cui si indicano gli staff che lavorano in cucina) e sarà incentrata nella preparazione di un piatto a tema dopo una dimostrazione di uno chef di fama nazionale.  Le squadre in competizione per ogni giornata di gara saranno quattro in tutto per un totale di sedici giornalisti concorrenti e verranno  capitanate da un giornalista specializzato dell’informazione enogastronomica. I partecipanti alla sfida a tutto sapore avranno a disposizione 90 minuti per realizzare il loro piatto.  La Brigata vincitrice sarà coinvolta in una serata sotto le stelle.
 

 
Formazione - A Sorrento un corso per giornalisti sull’informazione agroalimentare PDF Stampa E-mail
Venerdì 17 Marzo 2017 13:19  |  Scritto da Redazione
Sabato 25 marzo, dalle ore 14 alle 18, nella sala consiliare del Comune di Sorrento, in piazza Sant’Antonino 1, si terrà un corso sul tema “Geopolitica degli alimenti e sicurezza alimentare: esigenze legislative e corretta informazione” riservato ai giornalisti, nell’ambito dell’attività di formazione continua per gli iscritti, prevista nel triennio 2017-2019. Il format è promosso da Unaprol, l’Unione nazionale tra le associazioni di produttori di olive, il più rappresentativo organismo di rappresentanza a livello europeo nel mondo, d’intesa con l’Ordine Nazionale dei Giornalisti e con l’Unaga, il gruppo di specializzazione della Fnsi, la Federazione nazionale della stampa italiana e con la collaborazione del Comune di Sorrento.
Dopo i saluti del sindaco, Giuseppe Cuomo, e del presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, seguiranno gli interventi di esperti del settore e addetti ai lavori. I temi che saranno affrontati riguardano: alimentazione e deontologia, mercato mondiale dell’olio di oliva, classificazione delle categorie degli oli vergini in commercio, sistemi di tracciabilità del prodotto, strumenti di contrasto delle frodi nel settore oleario, legislazione nazionale, europea e norme internazionali.
Ad avvicendarsi al tavolo dei relatori saranno Colomba Mongiello vice presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta anticontraffazione, Gennarino Masiello, presidente Coldiretti Campania, Michele Bungaro, giornalista, presidente dell’Intercorso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agroalimentari e Tecnologie e Biotecnologie degli Alimenti dell’Università di Perugia.
Fulvio Genovese, capo panel con il metodo Coi, accompagnerà infine i partecipanti in una prova sensoriale comparativa  per riconoscere i difetti e privilegiare i pregi dell’olio extra vergine di qualità, ed educare al consumo consapevole attraverso la lettura delle nuove norme di etichettatura.
L’appuntamento - che rientra nelle iniziative della 15ma edizione del Sirena d’Oro, il premio annuale organizzato dal Comune di Sorrento, insieme a numerosi partner istituzionali, dedicato all’olio extravergine di oliva - è aperto, gratuitamente, a 100 giornalisti e dà diritto a 4 crediti formativi. Sarà possibile iscriversi fino al 21 marzo prossimo, utilizzando la piattaforma S.I.Ge.F. all’indirizzo http://sigef-odg.lansystems.it

 


<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Banner

Pubblicità

Pubblicità

Banner