Frodi alimentari

Mercoledì
17 gennaio 2018
  
Iscriviti alla newsletter per ricevere le notizie e gli aggiornamenti di frodialimentari direttamente nella tua casella email

  

Cerca   
Dimensione testo
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Ultime notizie
oltre 70,5 milioni di euro di prodotti italiani Dop e Igp contraffatti nel 2017 PDF Stampa E-mail
Sabato 13 Gennaio 2018 21:56  |  Scritto da Redazione
Sono stati  oltre 70,5 milioni di euro di prodotti italiani Dop e Igp contraffatti nel 2017, e  
oltre 5,6 milioni per quanto riguarda il solo vino.  Questi i dati fornito dall' ICQRF durante il convegno “In campo contro la contraffazione”organizzato dall’Unione Provinciale Agricoltori di Siena in collaborazione con l’Università degli Studi di Siena.
A  dare tutte le informazioni Oreste Gerini, direttore generale dell’Ispettorato Centrale Repressione Frodi del Mipaaf,

 
Richamo per COLATURA DI ALICI DI CETARA Iasa - Sapori di Mare - Decò PDF Stampa E-mail
Sabato 13 Gennaio 2018 21:42  |  Scritto da Redazione
Iasa - Sapori di Mare - Decò - Riunione Ind. Alimentari - COLATURA DI ALICI - COLATURA DI ALICI DI CETARA
Marchio: Iasa - Sapori di Mare - Decò - Riunione Ind. Alimentari
 
Denominazione: COLATURA DI ALICI - COLATURA DI ALICI DI CETARA
 
Motivo della segnalazione: Richiamo per rischio chimico
 
Data pubblicazione: 11 gennaio 2018

 
Ritirata Farina di grano duro Senatore Cappelli della Gorfini Azienda Agricola PDF Stampa E-mail
Mercoledì 03 Gennaio 2018 19:23  |  Scritto da Redazione
 
Marchio: Gorfini Azienda Agricola
 
Denominazione: Farina di grano duro Senatore Cappelli Macinata a pietra da Agricoltura Biologica
 
Motivo della segnalazione: Richiamo per rischio chimico
 
Data pubblicazione: 3 gennaio 2018
 
 Motivo del richiamoTenori Piombo superiori ai limiti

 
2018 Anno nazionale del cibo italiano PDF Stampa E-mail
Sabato 30 Dicembre 2017 20:17  |  Scritto da Redazione
 Il 2018  è stato proclamato Anno nazionale  del cibo italiano. Da gennaio prenderanno il via manifestazioni, iniziative, eventi legati alla cultura e alla tradizione enogastronomica dell'Italia. 
 
Tutte le iniziative dell'Anno del cibo italiano saranno connotate da un logo ufficiale che viene presentato oggi per la prima volta alla stampa. 
 
 Si punterà sulla valorizzazione dei riconoscimenti Unesco legati al cibo come la Dieta Mediterranea, la vite ad alberello di Pantelleria, i paesaggi della Langhe Roero e Monferrato, Parma città creativa della gastronomia e all'Arte del pizzaiuolo napoletano iscritta di recente. Sarà l'occasione per il sostegno alla candidatura già avviata per il Prosecco e la nuova legata all'Amatriciana. 
 
Allo stesso tempo saranno attivate iniziative per far conoscere e promuovere, anche in termini turistici, i paesaggi rurali storici, per il coinvolgimento e la promozione delle filiere e ci sarà un focus specifico per la lotta agli sprechi alimentari. Lo stretto legame tra cibo, arte e paesaggio sarà inoltre il cuore della strategia di promozione turistica che verrà portata avanti durante tutto il 2018 attraverso l'Enit e la rete delle ambasciate italiane nel mondo e permetterà di evidenziare come il patrimonio enogastronomico faccia parte del patrimonio culturale e dell'identità italiana. 

 
Acquisti, la lettera di una nostra lettrice PDF Stampa E-mail
Sabato 30 Dicembre 2017 19:47  |  Scritto da Redazione
Gentile redazione,
vi scrivo questa lettera per farvi partecipe di un'esperienza d'acquisto fatta qualche giorno fa. Decisa a proporre ad alcuni miei ospiti qualche prodotto tipico "sfizioso" mi soffermo, tra i banchi del mio supermercato di fiducia, su una salsiccia "di" (spiegherò più avanti i motivi del virgolettato) cinghiale. Mi trovo di fronte due tipi di salsiccia e guardo prima i prezzi: l'una a 12,90 € e l'altra a 21,90 al chilo. Tentata dall'acquistare la salsiccia a minor prezzo per rientrare nel budget, mi soffermo a chiedermi "ma perchè una differenza di prezzo così enorme?" La risposta -mi sono detta - sarebbe stata contenuta nella lettura attenta dell'etichetta. Comincio a scorrere tra le righe. innanzitutto l'una era "salsiccia di cinghiale" l'altra "salsiccia al cinghiale" (la lingua italiana è precisa e la legge anche!), l'una era salsiccia con una percentuale maggiore di carne di cinghiale, l'altra con una percentuale esigua essendo nettamente maggiore in proporzione la carne di suino. Inutile dire che avrete già capito quale fosse tra le due la salsiccia a 21,90 €, e quale fosse di provenienza estera, oltre che avrete già intuito la mia scelta d'acquisto su quale prodotto sia ricaduta. Questa mia lettera è per ringraziarvi per l'opera di sensibilizzazione che fate (grazie a voi ho imparato a soffermarmi anche solo un minuto sulla lettura delle etichette) e se vogliate pubblicarmi, vi ringrazio perchè sarà un ulteriore invito per tutti a tenere gli occhi sempre aperti!

 
NAS il bilancio del 2017 PDF Stampa E-mail
Giovedì 28 Dicembre 2017 21:42  |  Scritto da Redazione
A fine anno i Nas hanno fatto il bilancio ed hanno fatto  49 mila controlli dei Nas nel 2017 e rinvenuto il 30% irregolarità.
restato 154 persone e ne hanno denunciate altre 4.495. Oltre 9.700 il numero dei reati contestati e 18.262 quello riferito alle sanzioni amministrative pecuniarie, per un valore di oltre 17 milioni di euro.
 
Nello specifico nel settore food  i controlli hanno interessato circa il 60% delle operazioni (circa 30 mila verifiche). Sono state  11.256 le imprese   che hanno presentato criticità lievi o importanti, pari al 38% del totale. Diciassette le persone arrestate e 1.296 quelle denunciate per associazione per delinquere finalizzata alla sofisticazione di sostanze alimentari, vendita di alimenti nocivi o pericolosi per la salute o in cattivo stato di conservazione. Inoltre sono state segnalate 9.278 persone alle autorità amministrative per violazione delle normative di autocontrollo alimentare, etichettatura e tracciatura dell'origine dei prodotti.
 
Sono state inoltre, sequestrate oltre 18 mila tonnellate e 100 mila confezioni di alimenti irregolari, potenzialmente pericolosi per la salute dei consumatori, sottratti prima dell'immissione al consumo. Infine sono stati eseguiti provvedimenti di chiusura e sospensione dell'attività o di sequestro nei confronti di 1.514 strutture, attività commerciali e di somministrazione della filiera alimentare, per un valore stimato in 386 milioni di euro.

 


<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Banner

Pubblicità

Pubblicità

Banner